Cessione del quinto

La Cessione del Quinto, prestito personale riservato a dipendenti e pensionati, prevede che la rata mensile di rimborso del cliente non ecceda la quinta parte (20%) della retribuzione netta o della pensione.

Il pagamento delle rate viene effettuato direttamente dal datore di lavoro o dall'Ente Previdenziale, con trattenuta sulla busta paga o sulla pensione.

La durata del rimborso è compresa tra 24 mesi e 120, l'importo erogabile non ha limiti prefissati in quanto legato alla retribuzione/pensione percepita dal richiedente.

La Cessione del quinto prevede una copertura assicurativa obbligatoria per il rischio vita e, nel caso di lavoratori dipendenti, anche rischio impiego.


La cessione del quinto si divide in due tipologie in base ai clienti a cui è proposta:

  • cessione del quinto per i dipendenti prevista dal legislatore per il lavoratore dipendente. Il dipendente cede una quota (massimo la quinta parte) del suo stipendio a titolo di rimborso della somma avuta in prestito da un intermediario finanziario/istituto di credito legalmente autorizzato.

  • cessione del quinto della pensione permette ai pensionati di contrarre prestiti da estinguersi con cessione di quote della pensione fino al quinto della stessa, per periodi non superiori a 10 anni. La trattenuta diretta della rata sulla pensione è a cura dell'ente previdenziale, la copertura assicurativa prevista è limitata al solo rischio vita.